- Touring Superleggera Arese RH95 «Il peso è il nemico, la resistenza all'aria l'ostacolo» -

"Il 25 marzo 2021 la Touring Superleggera festeggia i 95 anni di attività e, come ormai d’abitudine tra le carrozzerie, presenta il suo modello celebrativo: la Arese RH95. Si lo so, il nome non è tra i più geniali e memorabili che abbiate mai sentito. Pare più il gruppo sanguigno di un paziente uscito dallo Spallanzani".

Se pensate alla classica vettura speciale su base Ferrari vi sbagliate. Dietro il progetto Arese RH95 c'è molto di più di una semplice reinterpretazione. C'è un mix di storia, tecnologia ed esclusività. Bentornati nel mondo Touring Superleggera.

03 giugno 2021 | scritto e pensato dalla mente malata di Gabry | editato e corretto dal pensiero distorto di M.Carito

Se vi dico Touring Superleggera, cosa vi viene in mente? Se avete meno di 80 anni probabilmente non molto, ma non disperate, vi capisco ed ora vi spiego il perchè. Il 25 marzo 1926 nasce a Milano la Carrozzeria Touring, piccola realtà imprenditoriale che si fa largo nel mercato automobilistico dell’epoca dando forma alle carrozzerie di modelli più o meno esclusivi. Nei primi anni 20, infatti, il mercato dell’auto vive un periodo di florida attività ma era molto molto diverso da come oggi lo conosciamo. In quel periodo tra Torino e Milano nascono molte carrozzerie indipendenti che “vestono” letteralmente le automobili incomplete che le Case produttrici commercializzano, lasciando al cliente finale la totale libertà di scelta della propria auto. Immaginate oggi di recarvi in concessionaria per ordinare la vostra nuova auto ma il venditore, anzichè presentarvi il modello finito, vi permetta di scegliere soltanto telaio e motore. Voi firmate l’ordine, salutate il venditore tra sorrisoni emozionati e poi vi spostate dal vostro carrozziere di fiducia per definire che forma avrà la vostra auto. Esperienza simile a quando scegliete l’outfit per il vostro matrimonio. Incredibile vero? Beh, 100 anni fa non lo era poi così tanto...

L’attività della Touring Superleggera cessa dopo 40 anni nel 1966, durante i quali la carrozzeria realizza alcune tra le auto più belle del mondo. Dallo stabilimento Touring escono esemplari come la splendida BMW 328 berlinetta Superleggera, la Ferrari 166MM Barchetta, la meravigliosa Alfa Romeo 6C 2500 SS Villa d’Este e l’indimenticabile Alfa Romeo Disco Volante del 1953 pluripremiata a diversi concorsi di Bellezza tra cui il celebre Villa d’Este.

BMW 328 berlinetta Superleggera
Ferrari 166MM Barchetta
Alfa Romeo 6C 2500 SS Villa d’Este
Alfa Romeo Disco Volante del 1953

Dopo un timido tentativo di rilancio del marchio negli anni 80, il marchio Touring viene rilevato nel 2006 e torna in attività nella nuova sede di Rho (MI), dedicandosi principalmente al restauro di auto d’epoca ed alla realizzazione di “dream car”. Tra le creazioni più celebri della nuova Carrozzeria Touring, va ricordata la stupenda Alfa Romeo 8C Competizione Touring Disco Volante del 2012. Riedizione in chiave moderna, su base Alfa Romeo 8C, della celebre Alfa Romeo Disco Volante del 1953. Le immagini del modello fanno in giro del mondo e danno nuova popolarità al marchio fino ad oggi.

Alfa Romeo 8C Competizione Touring Disco Volante del 2012

Il 25 marzo 2021 la Touring Superleggera festeggia i 95 anni di attività e, come d’abitudine tra le carrozzerie esclusive, presenta il suo modello celebrativo: la Arese RH95. Si lo so, il nome non è tra i più geniali e memorabili che abbiate mai sentito. Pare più il gruppo sanguigno di un paziente uscito dallo Spallanzani. Il motivo di questo nome c’è e lo scoprirete tra poco. L’auto rappresenta per il marchio l’evoluzione perfetta, la sintesi tra la Disco Volante del 2012 e l’AERO 3.

Touring Superleggera Arese RH95
Design evolution del progetto
Il richiamo stilistico all'Alfa Romeo Disco Volante del 2012.

La donor car di questa fuoriserie, che verrà prodotta in soli 18 esemplari, è (presumibilmente) una Ferrari 488. Il motore è, infatti, il 3900 cc V8 con angolo di 90° tra le bancate montato in posizione centrale. Sviluppa la potenza di 720 cv a 8000 giri/m e 760 Nm di coppia per uno 0-100 sotto i 3 secondi. A quanto dichiara il coachbuilder, la Arese RH95 verrà consegnata entro 6 mesi dal ricevimento dell’auto donatrice. Tempo decisamente ridotto per essere una vettura interamente “fatta a mano”.

La carrozzeria è interamente realizzata in fibra di carbonio dagli artigiani della Carrozzeria Touring. Esternamente la derivazione dal modello Ferrari è malcelata, nonostante le importanti modifiche apportate dall’azienda. Il frontale presenta sul paraurti la caratteristica fenditura centrale a scudo splittato che ricorda vagamente i dentoni di Bugs Bunny. Soluzione già adottata sul modello precedente AERO 3.

Il frontale della Arese RH95
In dettaglio la fenditura centrale a scudo

Una delle particolarità più evidenti della Arese RH95 sono le portiere ad apertura “a forbice” con la sommità dello sportello che ingloba una porzione del tetto dell’auto. Soluzione molto simile a quella già adottata su Ford GT40 per intenderci. In questo caso, però, la sommità è vetrata regalando nuova luce all’abitacolo.

Le vetratura della sommità degli sportelli è ben visibile perchè contrastata col resto della carrozzeria.
Lo sportello ad apertura a forbice e la finestra vetrata sulla sommità.

Un’altra importante caratteristica è la presenza della presa d’aria dorsale proprio dietro l’abitacolo, spiccatamente racing. Questa soluzione, sommata alle altre aperture sulla superficie della carrozzeria, garantisce una migliore ossigenazione del motore per migliorare il raffreddamento e quindi le performance del 8 cilindri. Il cofano posteriore, realizzato in un unico elemento, si apre controvento (ed è subito Lancia Stratos) ed integra la presa d’aria.

La presa d'aria dorsale
L'apertura del cofano posteriore ed anteriore.

Internamente questa Arese RH95 tradisce molto le sue origini. La plancia Ferrari è stata rivisitata nei tessuti di rivestimento ma resta pressoché invariata rispetto a quella della donor car originale. Touring ha invece introdotto nell’abitacolo un elemento triangolare che separa i due occupanti ed ha costretto la casa a riprogettare anche la trasmissione. La carrozzeria dichiara che il cockpit è stato progettato attorno al concetto “Aero Cocoon, ovvero abitacoli personalizzati per guidatore e passeggero, che forniscono a ciascuno l'esperienza più piacevole possibile”. In sostanza, grazie all’aiuto degli specialisti del Centro Stile Superleggera, la porzione di abitacolo riservata al lato guida può essere completamente customizzata su di voi in modo indipendente rispetto a quella lato passeggero per quanto concerne tessuti e ricami. Tipo i Siberian Husky con un occhio di un colore e uno di un’altro. Se siete dei veri latin lover e amate cambiare partner molto spesso, questa personalizzazione potrebbe crearvi non pochi problemi.

Sul pulsante del freno a mano viene termo impresso il numero di produzione dell’auto sui 18 che verranno realizzati oltre al logo della Touring Superleggera.

L'apertura del cofano posteriore ed anteriore.
La presa d'aria dorsale
Il Design concept "Aero Cocoon" degli interni.

Posteriormente la carrozzeria è stata completamente stravolta rispetto alla vettura da cui deriva. L’intero design dello specchio di coda ruota attorno ad un'imponente croce centrale che divide virtualmente il corpo vettura in quattro parti. I gruppi ottici, formati da una striscia a led sottilissima, sono divisi in due segmenti nella parte alta della carrozzeria. Tutto il resto è un’alternanza di vuoti/pieni che rendono speciale questa Arese RH95. L’estrattore posteriore, dalla dimensione molto generosa, ospita due scarichi dalla forma rettangolare incastonati verticalmente quasi al centro delle due semi metà dal paraurti. Completano il lavoro di Touring su questo modello un set di cerchi specifici neri a flange diamantate dal design molto complesso.

Lo specchio di poppa della Arese RH95
Uno dei due elegantissimi scarichi posteriori

Curiosamente, non ci sono informazioni sul peso di questa Arese RH95. Scelta piuttosto bizzarra se consideriamo che l’azienda punta proprio sulla leggerezza come elemento distintivo ed ha la parola SUPERLEGGERA nel nome. Il prezzo di questa fuoriserie è ovviamente top secret ma considerate che Touring Superleggera garantisce per 2 anni tutte le componenti dell’auto modificate e la disponibilità dei ricambi a vita.

Quasi dimenticavo, volete sapere perchè si chiama proprio Arese RH95? Beh, Arese è la città alle porte di Milano che ospita lo stabilimento dell’azienda, 95 sono gli anni dalla fondazione e RH...sono le iniziali del fortunato cliente che l’ha ordinata e ne ha seguito lo sviluppo.


Se questo non vi basta per definirla esclusiva, raccontatemi quando è stata l’ultima volta che una Casa automobilistica ha dato il vostro nome ad una loro auto...

Ti è piaciuto l'articolo?

Supportaci cliccando sul pulsante qua sotto!

Ruggine Magazine è gratis e lo sarà per sempre. Se ti piace quello che facciamo e vuoi aiutarci a migliorare, puoi farlo cliccando sul pulsante.