- PORSCHE 911 GT3 RS O POLIZIA 911 -

Porsche presenta la nuova 911 GT3 RS: "Un’auto spettacolare che non si può non amare e in perfetto stile Ruggine. In fondo la 911 GT3 RS è una Milf rifatta ma assolutamente giovane nello spirito con un carattere bello cazzuto. Ma voglio lanciare una provocazione dicendo che la nuova 911 è solo una 911 dell’anno prima migliorata, viene quasi da pensare che sia un’auto incompleta.”

22 aprile 2021 | scritto e pensato dalla mente malata di Baffo | editato e corretto dal pensiero distorto di Gabry

Porsche ha presentato un nuovo modello, o meglio, la nuova 911. Quindi una serie di miglioramenti e di affinamenti qua e là ed un prezzo che cresce di nuovo. Ma partiamo dal nome: 911 GT3 RS. Che poi nient'altro è che la versione più sportiva e “pronto pista” della casa di Stoccarda. L’anteriore ha una nuova presa d’aria maggiorata, per migliorare il raffreddamento del sistema frenante e due nuovi estrattori compaiono sul cofano, come le narici del naso. Nella parte posteriore c'è un nuovo estrattore, più pronunciato, con lamelle verticali più spesse nella parte bassa ed un alettone di notevoli dimensioni a collo di cigno. Il resto della silhouette è la stessa che tutti noi conosciamo. Il centro stile è così pigro da non cambiare mai nulla alla 911 e lanciarsi in qualche nuova avventura.

A livello dinamico la vettura risulta migliorata, rispetto al modello precedente, grazie all’aerodinamica finemente curata. A testimonianza di questo step in avant, c’è il crono di 6'59" stabilito sul circuito del Nurburgring in fase di collaudo. Il telaio, come la carrozzeria, sono realizzati in alluminio e acciaio altoresistenziale sagomati a caldo per ottenere la giusta rigidezza e contenere il peso, che si stabilizza a 1418 kg. Alcuni componenti, come il cofano, il tetto e l’alettone sono in fibra di carbonio. Le sospensioni anteriori sono a doppi bracci trasversali mentre al posteriore c'è un multilink con regolazione elettronica degli ammortizzatori. Immancabili le 4 ruote sterzanti, per una tenuta di strada eccellente ed una velocità elevata in curva.

Indovinate un po' che motore monta? Ovviamente il boxer 6 cilindri da 4.0 litri ad aspirazione naturale, come da tradizione Porsche dal 1999 ad oggi per questo tipo di modello. L’affinamento del motore consiste in un nuovo sistema che prevede una farfalla di aspirazione per ogni cilindro per ridurre le emissioni e migliorare la reattività. I cavalli arrivano a 510 con un valore di coppia di 470 Nm e permettono all’auto di bruciare lo 0.100 in 3.4 secondi. La trasmissione è di due tipi, sequenziale a 7 rapporti o manuale a 6 rapporti. L’impianto frenante prevede dischi in lega di ghisa oppure carboceramici, con pinze in alluminio a 6 pistoncini all’anteriore e 4 al posteriore.

Insomma un’auto dalle linee poco originali, ma come sempre progettata con tanta sostanza e cura maniacale nei dettagli. Una volta montato il rollbar di sicurezza può scendere in pista e fare il culo a tutti senza sforzi. Lo scopo sembra infatti questo. Fornire ai propri clienti un prodotto assolutamente affidabile per godersi tutte le emozioni che solo un'auto sportiva può regalare.

Un’auto spettacolare che non si può non amare, in perfetto stile Ruggine, in fondo la 911 GT3 RS è una Milf rifatta ma assolutamente giovane nello spirito con un carattere bello cazzuto.

Ma oggi voglio lanciare una provocazione: secondo me la nuova 911 è solo la 911 dell’anno prima migliorata, mi viene quasi da pensare che sia un’auto incompleta. Un’auto sportiva dovrebbe essere l’arma assoluta da schierare in pista per sfidare altri marchi ed una volta raggiunto il massimo livello di sviluppo ripartire verso un nuovo progetto. In questo caso, invece, siamo di fronte ad un modello che viene rinnovato da quasi 60 anni, come se mancasse sempre qualcosa per raggiungere la perfezione. Sicuramente la 911 è diventata negli anni un’icona ed un riferimento nel motorsport.

Se ci fate caso, 911 (nove uno uno) è anche il numero della polizia. Forse dietro questo nome c’è la misteriosa richiesta di aiuto dei designer Porsche per essere liberati da questa “prigione progettuale” per lavorare su qualcosa di nuovo con linee e forme un po’ diverse.

Ti è piaciuto l'articolo?

Supportaci cliccando sul pulsante qua sotto!

Ruggine Magazine è gratis e lo sarà per sempre. Se ti piace quello che facciamo e vuoi aiutarci a migliorare, puoi farlo cliccando sul pulsante.